Ottobre è il mese delle castagne. «Ricche di amido e zuccheri semplici, per essere un frutto fresco forniscono molte calorie: 189 ogni 100 g contro le 53 della stessa quantità di mele senza buccia», precisa la dietista Valentina Bolli.

Ma non per questo dobbiamo escluderle dal menu. Anzi, puoi concedertele (ad alcune condizioni) anche se sei a dieta, come spiega la dottoressa Carla Lertola qui sotto, rispondendo alla domanda di una nostra lettrice.

 

Ma quali sono i benefici di questo piccolo “peccato di gola”? Le castagne sono preziose soprattutto per l’intestino. «Contengono tannini e fitosterine, utili nei casi di diarrea per il loro effetto astringente, e fibre, che contrastano la stipsi con dolcezza», spiega la biologa chef Maria Paola Dall’Erta.

«Questo frutto, inoltre, è ricco di vitamine del gruppo B, che contribuiscono a rendere la pelle più morbida ed elastica e migliorano le capacità di memoria e concentrazione».

Uno snack sano per ricaricare corpo e mente? Con una piccola dose di castagne (4-5 al massimo) fai il pieno di energia senza rischi per la linea.

 

7 giorni light con i cibi di stagione

Questo menu, messo a punto dal team della dottoressa Carla Lertola, si rifà alla dieta mediterranea, la più adatta per perdere peso in modo graduale e imparare ad avere uno stile alimentare corretto. Seguilo per 1 settimana: fornisce 1400-1500 calorie al giorno per te e 1800-1900 per lui.

P.s. Se un piatto non ti piace, puoi sostituirlo con uno analogo. L’importante è che rispetti le quantità indicate in basso a destra.

 

 

Il principio chiave di ogni beauty routine? L'idratazione, naturalmente. #Metodos segnala questo post...

Il principio chiave di ogni beauty routine? Quello su cui si gioca tutta la partita contro i segni del tempo? L’idratazione, naturalmente. Ma sai che il nostro corpo è composto per l'80% da acqua? E questa percentuale risiede nel derma che, a causa di un processo chiamato "respiratio insensibilis" tende a evaporare e, quindi, a lasciare l’epidermide disidratata. Ecco perché una profonda idratazione è essenzialeper il benessere della pelle soprattutto di quella più delicata del nostro viso.

Ma come fare a stabilire quanta sete ha? Innanzitutto devi sapere che esistono mezzi in grado di effettuare check-up cutane e rivelarti il livello di acqua presente nello strato corneo, così come la quantità di sebo e la sensibilità individuale. Ma è molto iportante tenere conto che le esigenze del viso variano a seconda dell'età.

Nella fascia tra i 20 e i 30 anni è molto importante puntare sulla prevenzione e l’idratazione va combinata con antiossidanti come polifenoli, resveratrolo, licopene e coenzima Q10. Dai 40 anni, invece, la pelle tende a perdere idratazione più velocemente e diventa necessario puntare su cocktail idratanti su misura. Con l’arrivo della menopausa, infine, la cute si impoverisce ulteriormente di acqua e sebo, diventando più sensibile e reattiva: è necessario abbinare all'abituale texture quotidiana anche un siero ad hoc che ne potenzi l’azione e restituisca lipidi preziosi "mimando" l’azione degli estrogeni.

Quali sono quindi gli step corretti per una perfetta beauty routine che ci aiuti a mantenere la pelle del viso ben idratata tutto il giorno?

scopri di più...